Badante in Famiglia

Una Badante In Famiglia: Il Salto Sociologico

Chiunque nella sua vita abbia aperto un libro di sociologia, si sarà scontrato con i tipi di famiglia, come ad esempio:  Peter Laslett, storico, fondatore del celebre Gruppo di Cambridge ha delineato cinque tipi di famiglie, ormai utilizzate da tutti i sociologi:

  • Nucleare è una famiglia formata da una sola unità coniugale;
  • Estesa è una famiglia formata da una sola unità coniugale e uno o più parenti conviventi;
  • Multipla è una famiglia formata da due o più unità coniugali;
  • Convivenza senza struttura coniugale è una famiglia priva di un’unità coniugale ufficiale e\o religiosa;
  • Mononucleare in un’accezione recente è una famiglia formata da una sola persona.

Ad oggi si sta sviluppando un nuovo modello di famiglia che sarebbe una variante della “famiglia estesa” cioè una “famiglia” all’interno della quale a vivere è la badante e non un familiare altro come una zia o una nonna.

Questo caso nelle case degli italiani, a differenza dei francesi, o dei tedeschi, è molto presente: l’Italia ha un tasso di anzianità altissimo, e per questo necessita più di altri paesi di creare un compromesso all’interno del quale ci sia la badante.
Questa presenza, sembra secondaria, e invece ha cambiato radicalmente il volto della famiglia in Italia: mentre prima i bambini crescevano con la figura degli zii, oggi in casa si ritrovano la badante che va a ricoprire anche il ruolo di un tempo della balia.
È la badante convivente il nuovo “focolare domestico”, in un’epoca in cui i rapporti umani sembrano volatilizzarsi, quasi nascondersi dietro i telefonini, il web, le chat, il compito della badante resta fisso e inamovibile sempre quello: badare  e non poterlo fare se non fisicamente, con la propria presenza che nessun supporto tecnologico o virtuale può sostituire.

Potremmo quasi dire che non esistono badanti in “smart working” – il lavoro della badante è sempre “big” perché va ad investire il lato umano; lato che molti lavori sembrano aver dimenticato profondamente.

L’unico ostacolo ad un’affermazione di questa centralità della badante sembra rappresentato proprio dalle famiglie che vedono e percepiscono, anche a volto dopo decenni, la presenza della badante in casa come una presenza estranea e che quanto prima è meglio che se ne vada. Questo clima ostile e repellente non fa altro che peggiorare le cose, nel non vedere una risorsa umana che invece potrebbe il più delle volte risollevare le sorti di una famiglia.

La scommessa di AES DOMICILIO è che si possa quanto prima riprendere la normalità, anche a seguito del Covid, che le badanti possano ritornare “in famiglia” ed in sicurezza, sempre affidandoci al buonsenso.

Sei alla ricerca di una badante? Vuoi avere maggiori informazioni riguardo il costo di una badante?

AES DOMICILIO seleziona la badante che occorre alle vostre esigenze. Grazie al nostro team di screening il quale oltre che a vagliare le competenze della badante, cerca, immediatamente, di creare un profilo che possa soddisfare le esigenze.
AES Domicilio ha a disposizione un grande database di badanti nelle province del Nord Italia (badante a Como, agenzia badanti Monza, badante Bergamo, Agenzia Badanti Milano, ecc.).