badante colf assegni familiari como

Como, aumento stipendi badanti

Crescono nel 2022 le retribuzioni minime di colf, badanti e baby sitter. Aes Domicilio pubblica il rinnovo economico dello stipendio mensile delle badanti.

L’incremento, determinato per effetto della variazione dell’indice Istat dei prezzi al consumo, sarà complessivamente del 2,88% ma nella maggior parte dei casi non comporterà alcun aumento in busta paga poiché le retribuzioni medie nazionali calcolate secondo i valori di mercato sono già al di sopra dei minimi retributivi. L’impatto maggiore lo avranno quelle famiglie datrici di badanti che hanno concordato retribuzioni sulla base dei valori minimi o nel caso di rapporti di lavoro superiori alle 40 ore.

“Partendo dalle retribuzioni delle badanti assunte – precisa Assindatcolf – siamo riusciti a stimare un importo medio delle retribuzioni nazionali. Seguendo questa logica la paga oraria di una colf che presta servizio per 15 ore la settimana (3 ore per 5 giorni) si aggira intorno ai 7,87 euro l’ora, un valore già al sopra della soglia minima dei 6,03 euro stabilita dalle nuove tabelle (nel 2021 era pari a 5,86 euro). Per una colf assunta in regime di convivenza a tempo pieno lo stipendio medio è invece pari a circa 1050 euro al mese, anche in questo caso si tratta di un valore che supera il nuovo minimo pari a 845,22 euro (nel 2021 era di 821,56)”.

“Quanto alle badanti, – spiega Assindatcolf – per quelle assunte a tempo pieno in regime di convivenza (badante convivente) dedite all’assistenza di persone non autosufficienti (livello Cs) la retribuzione media di mercato a livello nazionale è di circa 1070 euro al mese e quindi gli incrementi previsti per il 2022 (da 997,61 a 1026,34 euro) sono anche in questo caso già assorbiti.

Stessa considerazione anche per le lavoratrici inquadrate al livello più basso (Bs, assistenza a persona autosufficiente): qui la retribuzione media secondo i prezzi di mercato e’ di circa 1000 euro al mese, contro un importo minimo che nel nuovo anno passa da 880,24 a 905,59 euro.

“Più penalizzate le famiglie che hanno assunto una badante sopra le 40 ore settimanali che potrebbero dover mettere in conto un aumento mensile di 34,64 euro nel caso di lavoratrice inquadrata nel livello Cs e di 31 euro nel caso della Bs. Infine – conclude Assindatcolf – ricordiamo che i nuovi importi, che valgono dal 1 gennaio al 31 dicembre 2022, sono retroattivi pertanto ai fini della gestione della busta paga eventuali differenze retributive dovute e non corrisponde nel cedolino del mese di gennaio dovranno essere riconosciute in quello di febbraio”.

Vuoi scoprire come mettere in regola la tua badante? Contattaci! Con Aes Domicilio siamo attivi in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano (badante Milano) se cerchi Badanti a Milano, Badante Monza, Badante Como, Badante Lecco.