badante e cardiopatie como

Anziano e Cardiopatie, il Controllo importante che puo’ fare la Badante a Como

L’Italia è attualmente uno dei paesi più longevi al mondo.

Con quasi 14 milioni di persone anziane over 65 anni, di cui la metà over 75, il nostro Paese vanta la popolazione più vecchia d’Europa.

Uno dei maggiori sintomi che si trovano nell’anziano di Como è lo scompenso cardiaco:

si tratta di un insieme di sintomi e manifestazioni cliniche causato dall’incapacità del cuore di fornire una quantità di sangue adeguata alle necessità dell’organismo, determinando un accumulo di liquidi a livello degli arti inferiori, dei polmoni e in altri tessuti.

La badante che viene assunta presso una famiglia deve sapere che, in quanto patologia cronica e invalidante, lo scompenso cardiaco comporta frequenti ospedalizzazioni, il ricorso continuo ad esami medici, farmaci.
La caratteristica peculiare del paziente anziano con scompenso cardiaco è rappresentata proprio dall’eterogeneità del quadro clinico, in cui convergono gli effetti del processo di invecchiamento, delle cardiopatie, delle comorbidità e, non ultimo, dello stile di vita.

La badante deve controllare la corretta assunzione di un’opportuna terapia, altrimenti lo scompenso cardiaco presenta una mortalità estremamente elevata.

Oggi, grazie al progresso delle terapie, gli specialisti della salute del cuore hanno a disposizione farmaci davvero efficaci per il trattamento anche precoce dello scompenso cardiaco.

Va comunque sottolineato come l’efficacia di un trattamento dipenda prima di tutto dall’aderenza alle terapie, oltre che da un cambiamento dello stile di vita e delle abitudini del paziente.
Per chi soffre di cardiopatie l’alimentazione può essere un valido alleato per ridurre i rischi cardiovascolari e, nel soggetto anziano, diventa ancora più importante non solo scongiurare le complicanze, ma anche per preservare la massa muscolare che con l’età tende inevitabilmente a ridursi.

La badante avrà necessariamente un elenco dei cibi corretti e della tipologia di cottura per preparare pietanze per la buona salute del paziente.

Il problema principale da controllare con l’alimentazione gestita dalla badante è il livello di colesterolo nel sangue che puo’ innalzarsi per l’eccessivo consumo di:

  • Alimenti contenenti essi stessi colesterolo (uova, latte, interiora, prodotti di pasticceria o di forno etc.)
  •  Alimenti ricchi di grassi saturi.

 

AES Domicilio assistenza anziani a domicilio ha a disposizione un grande database di badanti nelle province del Nord Italia e in Lazio. Per maggiori informazioni sulle badanti conviventi… chiamaci! Siamo una referenziata Agenzia, con tariffe badanti estremamente competitive, attiva in tutta la Lombardia, in Emilia-Romagna, in Lazio e in particolare nelle province di Milano, Modena, Bologna e Roma, se cerchi Badanti a Milano, badante Monza, Badante Como, Badante Lecco e Badante a Roma.