contratto badanti como

Como, Aesdomicilio Informa: Adempimenti del Contratto Badante

Benvenuti alla nostra società, un’organizzazione dedicata alla selezione delle migliori badanti per assistere gli anziani.

Abbiamo una missione chiara: garantire una vita di alta qualità per gli anziani di Como, fornendo loro assistenza e compagnia di alta qualità.

Ci impegniamo a garantire che ogni badante selezionato a Como soddisfi i nostri alti standard di professionalità, competenza, gentilezza e rispetto.

La nostra società è composta da un team di esperti nel campo dell’assistenza agli anziani, che lavora instancabilmente per assicurarsi che ogni badante sia in grado di fornire un’assistenza adeguata e personalizzata.

Capire le esigenze specifiche di ogni individuo è fondamentale per noi. Crediamo che ogni anziano meriti di ricevere un’assistenza che rispetti la sua dignità, la sua indipendenza e le sue preferenze personali.

Offriamo presenza continua e di supporto sia alle famiglie che alle badanti.

Siamo consapevoli che affidare l’assistenza di un amato anziano a un estraneo può essere una decisione difficile, e per questo ci impegniamo a fornire un servizio trasparente, rispettoso e di fiducia.

Ciò che interessa maggiormente è come stipulare il contratto per le badanti, quali passaggi sono importanti e naturalmente prestare attenzione alla società che appoggia la famiglia nella gestione del tutto.

Dopo aver selezionato la persona che risulta più adatta, vi si aiuterà a definire nel dettaglio le voci del contratto:

  • il livello di inquadramento
  • la retribuzione
  • la durata del contratto
  • i permessi settimanali
  • gli orari di lavoro
  • le mansioni che il lavoratore dovrà svolgere
  • la situazione  dell’alloggio

Questi dettagli andranno messi per iscritto nella lettera d’assunzione. Più specifica è la lettera d’assunzione meno possibilità di contenziosi ci potranno essere in futuro.

La lettera di assunzione andrà firmata  in duplice copia, una per il datore di lavoro e una per il lavoratore domestico.

Assieme a questa ci sono copia dei documenti del datore di lavoro e di quelli della badante (carta d’identità, codice fiscale, permesso di soggiorno valido nel caso di lavoratore extracomunitario).
Affinché l’assunzione sia effettiva bisogna fare comunicazione all’INPS, ed il collaboratore domestico potrà pertanto iniziare a lavorare almeno un giorno dopo la stipula del contratto.

  • Il datore di lavoro ha l’obbligo di presentare la busta paga alla fine di ciascun mese, indipendentemente dal giorno dell’assunzione.
  • Dovrà pertanto comunicare mensilmente i giorni lavorati, includendo eventuali ferie/permessi utilizzati o giorni ed ore extra.
  • La busta paga va consegnata al badante ed una copia firmata va tenuta dal datore di lavoro, assieme ad una copia del mezzo di pagamento.
  • La paga deve essere liquidata entro il mese successivo a quello lavorato.
  • Inoltre il datore di lavoro dovrà liquidare trimestralmente entro il 10 dei mesi di aprile, luglio, ottobre e gennaio i contributi calcolati dal consulente.

E’ a carico del lavoratore invece il versamento dell’IRPEF che viene liquidato in busta paga e per questo è obbligatorio per i lavoratori domestici presentare il modello 730 annualmente.

Nel caso di assunzioni a tempo determinato, i rinnovi vanno comunicati all’INPS entro 5 giorni.

 

Per  trovare una badante, affidati ad AES Domicilioagenzia di selezione badante in 24 ore. Se parliamo di prezzi dell’assistenza domiciliare anziani , disponiamo di tariffe badanti estremamente competitive e siamo attivi su tutta la Lombardia, in Lazio e in particolare nelle province di Milano e Roma se cerchi Badante a MilanoBadanti Monza, Badanti Lecco Badanti a Roma.